Luoghi di cura

Al via i lavori della nuova RSA Villa Martini di Grosseto

Oltre 60 nuovi posti di lavoro e 80 posti letto accreditati con la Regione Toscana e l’USL di riferimento per la nuova RSA Villa Martini.
Iniziano oggi a Grosseto, in via Lago di Mezzano, i lavori per la costruzione della nuova residenza per anziani di Orpea Italia, divisione italiana del Gruppo francese Orpea, attore mondiale nell’assistenza socio-sanitaria e nella cura delle persone fragili.
Si tratta della prima struttura nella Regione Toscana e della 24esima in Italia per il Gruppo Orpea.
Orpea Italia nella primavera 2020 aveva acquisito il 100% delle quote di Villa Martini, società costituita proprio allo scopo di edificare una nuova casa di riposo per anziani a Grosseto, città in cui la domanda di strutture di assistenza anziani è alta rispetto all’offerta. Oggi il Gruppo punta sulla Toscana, regione in cui intende intensificare la propria presenza. Sono infatti in valutazione dell’ufficio strategia e sviluppo di Orpea Italia altre operazioni sempre con lo scopo di offrire, in sinergia con le Istituzioni locali, una risposta di qualità alla crescente necessità di strutture altamente specializzate nell’assistenza alle persone fragili.

Quello di Villa Martini è un progetto greenfield per cui è già stato stanziato un investimento di 10 milioni di euro. La struttura sarà costituita da due piani fuori terra e da un piano seminterrato e consentirà di ospitare 80 anziani non autosufficienti.
4000 mq, 49 stanze disposte su 3 piani, 31 doppie e 18 singole, comfort alberghiero e numerosi servizi: bar, ristorante, palestra, parrucchiere, estetista, area riservata alla balneoterapia e alla stimolazione multisensoriale, oltre che un giardino pubblico e un parcheggio per personale e visitatori.
Appena fuori dal centro di Grosseto, a solo un chilometro dell’Ospedale Civile di Misericordia, la residenza sorgerà in una zona residenziale in fase di riqualificazione urbana, in prossimità di aree verdi ma allo stesso tempo vicina e ben collegata al centro città.
La fine dei lavori di Villa Martini è prevista tra circa 18 mesi, l’apertura al pubblico si prevede per giugno 2023.

Alla luce dell’emergenza sanitaria da Covid19 Villa Martini è stata inoltre progettata per gestire in massima sicurezza eventuali nuove epidemie da malattie infettive: è prevista la realizzazione di un nucleo separato e protetto per la gestione dei casi di positività, un sistema di accesso con filtro, un locale di decontaminazione e un sistema di areazione senza ricircolo per evitare la contaminazione degli altri ambienti.
Progettato secondo i criteri di eco-sostenibilità e risparmio energetico sarà dotata della certificazione nazionale Green Building Council, Villa Martini sarà un complesso green pensato per armonizzare con il territorio circostante: classe energetica A3, pannelli solari e fotovoltaici e diverse aree verdi per ridurre al minimo i consumi e l’impatto sull’ambiente.

Alessandra Taveri, Country Manager Orpea Italia, dichiara: “La nostra è una società che invecchia rapidamente. Secondo i dati Istat in Italia la popolazione di 85 anni e più, che nel 2015 rappresentava il 3,2% del totale, nel 2065 si dovrebbe attestare al 10,0%. È un dato che non possiamo ignorare e il nostro Gruppo da anni investe in Italia per offrire strutture e opportunità per la terza età che vadano oltre la semplice ospitalità. Per Villa Martini, come per tutte le strutture Orpea, si è investito e si investirà in materiali e attrezzature di ultima generazione, personale formato – dal medico fino allo chef – e in un’assistenza attenta e al contempo amorevole ed empatica. Il tutto per offrire un’alta qualità di servizio che possa tradursi in un’alta qualità di vita per i nostri ospiti”.

Il Sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna spiega: “È un momento di crescita per la nostra città. Con la posa della prima pietra diamo il via ai lavori che porteranno alla realizzazione di questo importante servizio per il nostro territorio: una certezza per il futuro nel dare risposta alle persone fragili e ai loro familiari, tema che ci sta particolarmente a cuore, così come nel creare nuovi posti di lavoro che di conseguenza saranno a disposizione di varie figure professionali del territorio. Il tutto grazie a dei privati, professionisti del settore, che hanno deciso di investire sulla nostra città”.

L’ Assessore alle Politiche Sociali Mirella Milli e l’Assessore al Governo e Pianificazione del Territorio Fabrizio Rossi dichiarano: “Grosseto si arricchirà presto di una nuova residenza sanitaria che tra l’altro tiene conto non solo delle ultime norme di risparmio energetico, ma anche delle norme Covid per la gestione degli assistiti che contraggono il virus: insomma, un’offerta aggiornata e di ultima generazione che sicuramente sarà utile a dare una risposta concreta e di alta qualità alla domanda di assistenza agli anziani sempre più forte presente a Grosseto e più in generale sul territorio”.

More from Luoghi di cura

Residenza per anziani Hotel San Michele: al via la sperimentazione della piattaforma GAP

Al via la partnership tra Protom Group e la residenza per anziani “Hotel San Michele” di Capaccio (Sa). La collaborazione è finalizzata alla sperimentazione dell’innovativa piattaforma informatica GAP presso la struttura di accoglienza per migliorare i servizi di assistenza e garantire percorsi di cura altamente … Per saperne di più