Coronavirus: da Senior Italia un Vademecum contro bufale, truffe e sciacallaggio ai danni degli anziani

Print Friendly, PDF & Email

Un vademecum per difendersi da un pericoloso virus che colpisce soprattutto gli anziani e le fasce più vulnerabili della popolazione: quello della disinformazione e delle fake news sul Coronavirus, cheviaggiano sui social, attraverso i messaggi whatsapp, il passaparola, espesso preludono a gravissime truffe. Lo strumento di tutela degli over 65 è stato messoa punto da Senior Italia FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età, con la collaborazione di un prestigioso Advisory Board scientifico, per aiutare questa parte della popolazione già particolarmente provata dalla diffusione del virus a proteggersi al meglio da truffe, bufale e altri rischi in agguato ogni giorno in questa fase di emergenza.In 20 semplici punti, il Vademecum mette in guardia dai sedicenti funzionari pubblici che si fingono incaricati dalle Asl per effettuare operazioni sanitarie e somministrare tamponi, dalle finte disinfestazioni delle abitazioni, dei condomini e delle banconote, dalle truffe che viaggiano via e-mail, dai rincari ingiustificati, in particolar modo negli acquisti online di disinfettanti, dalle pubblicità ingannevoli di dispositivi inefficaci che vengono presentati come validi strumenti di prevenzione. L’invito rivolto ai senior è anche a non credere a chi propone rimedi miracolosi o vaccini per il Coronavirus. E a denunciare immediatamente al 112 ogni truffa o tentativo di truffa subito. Il vademecum aiuta a individuare le corrette fonti di informazione a cui fare riferimento per la prevenzione del Coronavirus, ovvero i siti del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità. Il vademecum sarà al centro di una campagna di comunicazione condotta online e attraverso i social network, e sarà diffuso via mail a tutti i coordinatori locali di Senior Italia FederAnziani, la federazione che riunisce 3.700 Centri Sociali per Anziani su tutto il territorio nazionale. “I nostri responsabili territoriali sono diventati dei punti di riferimento per gli anziani del territorio – dichiara il Presidente di Senior Italia FederAnziani Roberto Messina – Ricevono centinaia di telefonate con richieste di informazioni e chiarimento e ciascuno di loro può svolgere un ruolo essenziale in un momento come questo in cui gli anziani sono confinati a casa e i centri anziani hanno sospeso le loro attività, per comunicare telefonicamente con gli associati e veicolare informazioni corrette diffondendo le regole del Vademecum in maniera capillare ai soci dei centri con tutti gli strumenti a disposizione”. In questo momento i social network e whatsapp, spesso usati per rilanciare bufale e notizie che generano allarme, diventano lo strumento utile per far circolare informazioni corrette e sensibilizzare la popolazione. Il Vademecum ribadisce anche le modalità di trasmissione del virus e ricorda agli anziani cosa fare qualora se ne ravvisassero i sintomi, ovvero rivolgersi al proprio medico di famiglia contattandolo al telefono, senza andare in ambulatorio o al Pronto Soccorso se non in casi di stretta necessità.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *