Al via la campagna informativa “Io respiro”

Print Friendly, PDF & Email

Centoventiconvegni in tutta Italia, all’interno dei centri sociali per anziani, dedicati alla prevenzione e alla salute respiratoria, con il coinvolgimento di medici specialisti a disposizione degli over 65, e con l’organizzazione di spirometrie gratuite per coloro che ne facciano richiesta. Questi i contenuti della grande campagna “Io respiro” realizzata dal Centro Studi di Economia Sanitaria in collaborazione con Senior Italia FederAnziani, con il contributo non condizionato di Menarini, giunta quest’anno alla seconda edizione. La campagna del 2019 ha consentito di raggiungere 11mila over 65, attraverso convegni diffusi capillarmente su tutto il territorio nazionale, con la realizzazione di 10mila spirometrie. La campagna “Io respiro”, promossa dal Centro Studi di Economia Sanitaria in collaborazione con Senior Italia FederAnziani, FIMMG, con la collaborazione scientifica di SIP/IRS ed Ethesia e grazie al contributo non condizionato di Menarini, coinvolgerà la popolazione senior su tutto il territorio nazionale attraverso la realizzazione di convegni con gli pneumologi all’interno dei centri anziani. Nel corso dei convegni gli specialisti illustreranno l’importanza dei corretti stili di vita e insegnerannoa riconoscere i sintomi delle malattie respiratorie e a non sottovalutarli. Indagine sulla percezione delle malattie respiratorie. La campagna rappresenta al tempo stesso il punto di partenza di un grande lavoro di indagine sulla salute della popolazione senior. Nel corso degli incontri, infatti, i partecipanti ricevono un questionario da compilare che consentirà, a conclusione della campagna ,di comprendere il livello di consapevolezza attualmente esistente rispetto alle malattie respiratorie.
La campagna Io respiro rappresenta anche un’importante occasione di monitoraggio della salute dei frequentatori dei centri anziani, grazie alle spirometrie che saranno effettuate con intervento di medici.
L’iniziativa è affiancata da una campagna di comunicazione attraverso il web e i social network dedicata a spiegare agli anziani e ai caregivers l’importanza di adottare stili di vita corretti e riconoscere i sintomi per diagnosticare tempestivamente malattie che, se prese il tempo possono essere gestite efficacemente con un significativo miglioramento della qualità della vita.
BPCO è una delle malattie respiratorie più diffuse, tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nel 2020 diventerà la terza causa di morte e quinta causa di invalidità a livello mondiale. In Italia, le malattie respiratorie rappresentano già la terza causa di morte dopo quelle cardiovascolari e oncologiche e sono destinate ad aumentare costantemente a causa dell’invecchiamento della popolazione. La prevalenza della BPCO aumenta con l’età fino a raggiungere il 10,8% negli ultrasettantacinquenni, rispetto al 3,1% di prevalenza generale. Una volta diagnosticato, il paziente con BPCO si rivela poco aderente. L’aderenza supera appena il 26%.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *