Distretto di Castelfranco Emilia: otto “Palestre della memoria” per gli over 75 per favorire la socialità e contrastare il decadimento cognitivo

Print Friendly, PDF & Email

Allenare la memoria, stimolando l’attenzione, il linguaggio e i sensi, è fondamentale per contrastare il decadimento cognitivo degli anziani e favorirne la socialità. È a questo obiettivo che mirano le “Palestre della memoria”, luoghi dedicati alle persone in genere con più di 75 anni ai quali vengono offerte attività settimanali gratuite di stimolazione delle funzioni cognitive condotte da volontari formati.

Il progetto, nato dalla collaborazione tra Azienda USL di Modena e Unione dei Comuni del Sorbara, oggi conta su otto “Palestre” dove operano oltre 50 volontari, accogliendo circa 200 anziani ogni anno, ma è già in progetto l’apertura di altre sedi.
L’esperienza avviata sei anni fa presso il centro socio aggregativo “I Saggi” di San Cesario è diventata il modello di riferimento per la diffusione nei diversi comuni del Sorbara: nello sviluppo delle palestre l’Azienda USL e i Comuni hanno sostenuto le diverse associazioni e i centri aggregativi del territorio che hanno dato la disponibilità al progetto, adoperandosi per reperire i volontari, mettendo a disposizione le sedi e curando gli aspetti organizzativi e di fornitura della maggior parte dei materiali necessari.
Oltre alle attività per l’allenamento delle funzioni cognitive è possibile organizzare iniziative dedicate alla promozione di una sana e corretta alimentazione e di un’attività motoria adeguata alle caratteristiche dei partecipanti, finalizzata anche alla prevenzione delle cadute, grazie alla collaborazione con i professionisti sanitari. L’alimentazione scorretta e la scarsa attività fisica sono infatti riconosciuti come fattori di rischio per l’insorgenza del decadimento cerebrale.
Ogni anno, per garantire continuità e lo sviluppo di ulteriori sedi, vengono organizzati incontri di condivisione delle esperienze e tre “corsi di allenamento della memoria” per la formazione dei volontari. Momenti che rappresentano il motore trainante di questo progetto innovativo, che ha una ricaduta positiva sul benessere delle comunità locali creando reti di sostegno e di solidarietà.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *