Doro partner di Fondazione Golgi Cenci per il progetto di ricerca “AGING IN A NETWORKED SOCIETY”

Print Friendly, PDF & Email

Doro è partner tecnico di Fondazione Golgi Cenci, associazione nata per unire il mondo dell’assistenza agli anziani e quello della ricerca, nella ricerca “AGING IN A NETWORKED SOCIETY”.

Il progetto, sviluppato da Fondazione Golgi Cenci, realizzato grazie al supporto di Fondazione Cariplo e in partnership con l’Università degli Studi di Milano Bicocca e l’Università inglese di Bath, ha l’obiettivo di investigare, con approccio scientifico, l’impatto che la tecnologia e i social network hanno sulla salute fisica, sulle funzioni cognitive e sul benessere degli anziani.

Doro è stato scelto e coinvolto come partner tecnico grazie al suo know-how sul mondo degli over 65 e in particolare sul loro rapporto con la tecnologia. Per questo studio, infatti, Doro metterà a disposizione di Fondazione Golgi Cenci gli smartphone Doro 8035, dispositivi che verranno utilizzati dagli anziani coinvolti nel progetto. Ai partecipanti verrà insegnato l’utilizzo dello smartphone e verranno stimolati e coinvolti nell’uso delle principali app social.

Il trial, prima esperienza di questo genere in Europa, verrà implementato nell’hinterland milanese, in particolare nella città di Abbiategrasso e coinvolgerà circa 180 persone over 75 per un flusso di interventi che durerà 10 settimane, fino ad aprile 2019.

Le persone verranno coinvolte in attività di gruppo. Alcuni avranno la possibilità di seguire un corso di 2 settimane dedicato all’uso degli smartphone e i social network, con un successivo periodo di osservazione di 8 settimane in cui l’uso di ciò che hanno appreso sarà stimolato e monitorato. Altri parteciperannoad attività tradizionali di socializzazione, come incontri di discussione socio-educativi.

“Essere partner di Fondazione Golgi Cenci in questo progetto di ricerca è fonte di grande soddisfazione per Doro” commenta Mauro Invernizzi, Country Director Doro Italia. – “L’azienda, infatti, da molto tempo si impegna ad aiutare le persone over 75 a colmare il divario digitale così da facilitare loro la relazione con i propri amici e famigliari. Siamo convinti che prodotti semplificati, creati proprio in base alle esigenze delle persone senior, possano aiutarli a sentirsi davvero parte integrante di questo grande mondo online e che questo possa avere un forte beneficio nel loro benessere. Insieme a Fondazione Golgi Cenci, uno dei centri di ricerca più importanti in materia, saremo in grado di dimostrare questa nostra convinzione anche scientificamente”.

I device Doro scelti per il progetto sono perfetti in quanto adatti sia per gli utenti alle prime armi sia per i più esperti. Semplici da usare soprattutto perché creati appositamente per un target specifico, quello dei senior, che ha meno famigliarità con la tecnologia e spesso ha esigenze particolari. Gli smartphone Doro dispongono infatti di due interfacce, quella tradizionale di Android e quella sviluppata dall’azienda, intuitiva e di facile navigazione pensata per guidare passo per passo l’utente in ogni attività. Si basa su tre icone che corrispondono alle tre azioni principali, escludendo così qualsiasi necessità di particolare conoscenza tecnica: basterà utilizzare, ad esempio, l’icona ‘Chiama’, ‘Visualizza’ o ‘Invia’ associati a ‘Chi’ o a ‘Cosa’ per inviare un SMS o una foto, effettuare una chiamata e leggere una mail.

Durante il progetto di ricerca tutti i partecipanti saranno valutati da un team multidisciplinare, composto da sociologi, neuropsicologi e medici, che rileveranno l’impatto dell’uso delle tecnologie ICT e delle relazioni sociali tradizionali e online sul benessere fisico e mentale soggettivo e oggettivo. Doro si aggiungerà a queste analisi scientifiche fornendo i contenuti più “tecnologici”, aiutando i ricercatori a creare momenti digitali ideali per stimolare una vita sociale sul web, sui social network e così via.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *