Le proposte di Age Platform Europe al nuovo Parlamento europeo

Print Friendly, PDF & Email

ll coordinamento italiano di Age Platform Europe, in vista delle prossime elezioni europee, presenta in Conferenza-stampa un Manifesto sui principali temi riguardanti gli anziani, i loro diritti e la loro partecipazione integrata nella società, per sollecitare i candidati al nuovo Parlamento ai fini dello sviluppo di adeguate politiche e direttive.

Nella Sala del Carroccio del Campidoglio, è stato illustrato il Manifesto per il Parlamento europeo predisposto per le elezioni del prossimo 26 maggio da Age Platform Europe, che è Ia più grande Rete europea di Organizzazioni di persone anziane in rappresentanza di oltre quaranta milioni di soggetti.

Age Platform ltalia, che raggruppa le Organizzazioni e Associazioni italiane aderenti ad Age Platfarm Europe, intende rendere note le istanze espresse nel Manifesto, mirate a garantire che tutte le persone, senza discriminazioni di età, di genere, di condizioni sociali e stato fisico, siano messe in condizione di condurre una vita il più possible dignitosa, attiva e autonoma. ln particolare, nel quadro delle Strategie della U.E., come il Pilastro europeo dei Diritti sociali e il Mercato unico digitale, Age ltalia intende invitare i futuri eurodeputati ad operare affinchè il Parlamento europeo adotti Politiche e Direttive nei confronti dei Paesi membri fondate: sulla lotta ad ogni discriminazione basata sull’età; sul diritto degli anziani a una dignitosa protezione sociale e pensionistica; sulla diffusione dell’apprendimento lungo I’arco della vita per favorire il loro apporto qualificato al progresso della vita sociale e democratica; sull’accesso gratuito ai beni comuni e ai servizi; sullo sviluppo di iniziative programmatiche per l’invecchiamento attivo valorizzando il patrimonio culturale e professionale degli anziani.

ln tale direzione sarà sollecitata I’istituzione, in seno al futuro Parlamento europeo, dell’lnter-gruppo sull'”Invecchiamento Attivo e Solidarietà fra le Generazioni”, per mantenere le questioni afferenti a tali tematiche in cima all’Agenda del Parlamento.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *